Un caso di meningioma intracranico

Gentili clienti, in conformità con le nuove disposizioni del Governo in relazione al contenimento della diffusione del coronavirus riteniamo necessario limitare l'attività professionale soltanto alle situazioni di emergenza e improcrastinabilità rinviando visite di routine, vaccinazioni, diagnostiche e chirurgie non urgenti. 

Saremo a vostra disposizione telefonicamente per stabilire il livello di urgenza del vostro pet, via whatsapp (con foto e filmati al numero 339 67 60 703) per valutare ferite, fare controlli postoperatori e tutto ciò che è possibile. 

Siamo a vostra completa disposizione per ogni vostro dubbio e necessità e continueremo a gestire le emergenze che riguardano i nostri amici a 4 zampe, pur cercando di preservare tutti noi dal rischio di eventuale contagio.

VI CHIEDIAMO INOLTRE DI ATTENERVI ALLE SEGUENTI RESTRIZIONI:

  • Non presentatevi se presentate sintomi influenzali o febbrili;
  • All’ingresso troverete un erogatore di gel disinfettante per le mani, usatelo all’arrivo e quando lo ritenete necessario. Vi invitiamo inoltre a presentarvi muniti di guanti monouso e mascherina protettiva;
  • Evitate di stringere la mano e mantenete almeno 1 metro di distanza tra voi e gli altri o le distanze di sicurezza indicate all’interno della struttura, e cercate se possibile di evitare assembramenti;
  • In caso di attesa (anche per i servizi di reception) vi chiediamo di accomodarvi all’esterno della struttura. Verrete chiamati al vostro turno e verrà fatto entrare soltanto il paziente, sarà cura del medico aggiornarvi costantemente;
  • Al momento è sospesa la visita pomeridiana ai pet ricoverati, salvo specifiche contingenze o dimissioni del paziente. 

Siamo certi della vostra comprensione e speriamo di poter tornare alla normalità al più presto.

Il meningioma è una neoplasia mesenchimale che origina dall’aracnoide ed è uno dei tumori cerebrali di più frequente riscontro nel cane e nel gatto. Nel cane è solitamente istologicamente benigno ma tende ad infiltrare il tessuto nervoso.

Bon Bon, cane maschio, West Highland White terrier, di 12 anni è stato portato presso la nostra struttura l’1/05/2006 per la comparsa di crisi convulsive.
L’esame fisico era nella norma; all’esame neurologico non si riscontravano alterazioni tranne che per la risposta al gesto della minaccia, assente bilateralmente (il reperto era di difficile interpretazione a causa dell’aggressività del cane).

L’esame ematobiochimico, le rx del torace e l’ecografia addominale risultavano nella norma. Il cane veniva quindi sottoposto a TC cranio, dalla quale si evidenziava, dopo iniezione endovenosa di mdc (omnipaque 350 mg I/ml, GE), una lesione rotondeggiante, iperdensa con core ipodenso, in contiguità con la base ossea, localizzata in sede frontale sx (Fig. 1-2). La lesione era compatibile con un meningioma. E’ stata, a questo punto, impostata una terapia anticonvulsivante con fenobarbitale.

Di Cinzia Boccanera