Geochelone elegans

Legislazione

Inserita in Appendice II CITES

Origine

Pakistan, penisola Indiana, Sri Lanka

Habitat

Zone aride. Predilige foreste, fasce alberate e praterie

Caratteristiche

Scuti centrali e laterali rialzati (da non confondere con la “piramidalizzazione” del carapace). Possono arrivare ai 25 cm di lunghezza. La colorazione del carapace sarà nera con macchie gialle che formano un disegno radiale.

Dimorfismo

I maschi sono più piccoli, presentano il piastrone piuttosto concavo, la coda più lunga e larga alla base e presenta l'apertura cloacale fuori dai margini del carapace. Gli scuti anali formano una “V” più ampia rispetto alle femmine.

Le femmine, oltre ad avere dimensioni maggiori, presentano il piastrone piatto e la coda è più corta e sottile.

Allevamento

Non deve effettuare il letargo!!!

Data la zona geografica di provenienza, questi animali durante il periodo invernale dovranno essere alloggiate in un terrario dove la temperatura dovrà essere compresa tra i 24-26°C nel punto più “freddo” e i 32-33°C mediante l'utilizzo di lampade riscaldanti; dovranno essere presenti anche lampade UVB (a non più di 30 cm di altezza dal substrato). La temperatura notturna non dovrà  scendere sotto i 20°C. L'umidità dovrebbe aggirarsi attorno al 60-70% in inverno, intorno all' 80% in estate. Non dovranno mancare nascondigli ed una ciotola dell'acqua che dovrà essere cambiata quotidianamente ed essere abbastanza grande da permettere all'animale di poter effettuare bagni. Come substrato si potrà utilizzare terra, fieno o pellet di legno.

Durante la stagione calda invece, l'animale potrà essere posto in una zona recintata, ben esposta al sole, con piante e nascondigli, all'esterno della casa. Essendo in grado di scavare, per evitarne la fuga si dovrà interrare parte della rete.

Alimentazione

Erbivora. Dovrà essere somministrata una dieta molto varia (per prevenire carenze o eccessi alimentari) a base di trifoglio, dente di leone, lattughe a foglia scura, erba medica, cicoria, radicchio, ibisco, piantaggine, tarassaco, e si dovranno offrire anche, con parsimonia, frutta ed ortaggi quali carote, melanzane, zucchine, finocchi o albicocche, pere, mele, fragole, pesche. Del fieno dovrà sempre essere presente. Una dieta corretta e bilanciata è il modo migliore per prevenire malformazioni durante l'accrescimento.

Non somministrare mai

Cibi per cani e gatti, pane, pasta, legumi, banane, agrumi, latte e derivati, alimenti di origine animale.

A cura di Gianluca Deli